www.cimamusic.net
WORKS for MUSIC
riccardo martinini
direzione@cimamusic.net
     
Home page
Arteducazione
Progetti
Scuole

Artisti
I complessi musicali
del CIMA

La direzione artistica
Sede regionale del
Piemonte

Concerti
Le Cantate di Bach
Inedita
Prossimo concerto

Ascolti
Biblioteca
Strutture Tecniche e Logistiche

Fotografie




Petizione per l'inserimento della musica nella scuola pubblica

LICEO CLASSICO "Giulio Cesare" Roma
Dal 1988 CIMAMUSIC ha curato il laboratorio corale per studenti del liceo.
I principi sui quali si _ basata l'esperienza risponde sinteticamente ai seguenti punti:
- Gli alunni sono soggetti attivi del progetto, destinatari e al tempo stesso testimoni all'interno della scuola, del territorio, della societ_.
- Il lavoro collettivo intorno ad un progetto ÅgaltoÅh e difficile costringe il singolo a misurare le proprie convinzioni e abitudini nel rispettare i principi
d' eguaglianza, di collaborazione, di libertà, di solidarietà.
- Gli studenti partecipano attivamente alla produzione esecutiva dello spettacolo
finale, che si avvarrà della collaborazione di operatori, musicisti e tecnici provenienti dal mondo professionale, ampliando l'esperienza alla conoscenza dei problemi, delle dinamiche e dell'economia legati ad una produzione.
Inoltre il laboratorio risponde ai seguenti obiettivi specifici:
Il laboratorio del coro polifonico risponde prima di tutto all'esigenza ed al diritto di tutti i ragazzi di ricevere un'istruzione musicale finalizzata alla gratificazione individuale nel comprendere e nel praticare un linguaggio che nasce con l'uomo stesso, al misurarsi in un'esperienza collettiva e dunque sociale, al piacere di vivere un'esperienza capace di occupare il tempo libero con un ritorno d'intelligenza e sensibilità.
Deve essere chiaro che il laboratorio del coro polifonico, così inteso, non ha nulla a che fare con lo svolgimento di un'attività professionale artistica, ma fa parte di un progetto di educazione musicale organico aperto agli sviluppi che vorrà concedersi (fino alla rappresentazione o al virtuosismo); " è un progetto globale, che educa la sensibilità uditiva, educa la voce, educa la motricit_ necessaria a produrre il suono, educa l'intelligenza dei fatti musicali, educa la creatività: in una rete di passaggi continui, che non conosce altri limiti se non quelli della fantasia progettuale. (Carlo Delfrati) "
Inoltre CIMAMUSIC ha messo a disposizione la propria esperienza per
- svolgere collegamenti con altre analoghe iniziative e con altre istituzioni scolastiche del territorio, in Italia o in Europa per scambi culturali;
- garantire un rapporto reale con gli Enti locali e Istituzioni culturali;
- predisporre e curare tutti i rapporti finanziari necessari alla realizzazione trovando le formule pi_ efficaci e pratiche (fatturazione per servizi, rapporti con il personale docente del laboratorio, collaborazioni occasionali, assunzioni).

Da gennaio 2002 sono attivi inoltre CORSI di
Canto - Violino - Chitarra - Pianoforte - Percussioni - Flauto - Saxofono - Clavicembalo Teoria e solfeggio
(lezioni individuali o in piccoli gruppi)

Laboratorio "Stomp and Africa"
Costruire e suonare gli Strumenti a percussione di origine primitiva e popolare

Laboratorio "Big Orchestra"
Costituzione di un' orchestra aperta a tutti gli strumenti per suonare repertorio popolare ed etnico

Laboratorio "JAZZ"
La tradizione jazzistica dalle origini ai nostri tempi.
Formazione di gruppi strumentali e con voci

I docenti sono selezionati dalla Commissione Didattico-Scientifica, appositamente formata, in cui sono presenti tre docenti della Scuola e due tecnici musicisti.
Regolamento
La scuola di musica, istituita dal Consiglio d'Istituto, _ affidata al Centro Italiano di Musica Antica per quanto concerne la responsabilit_ didattica e lo svolgimento delle lezioni.

Per il corrente anno scolastico sono istituiti i seguenti corsi:
Canto individuale, Chitarra, Clavicembalo, Flauto, Percussioni africane, Pianoforte, Sassofono, Violino, Violoncello - Solfeggio gratuito per gli iscritti ai corsi di strumento

Moduli didattici

1) Lezioni individuali di 1 ora con frequenza settimanale

2) Lezioni individuali di 1/2 ora con frequenza settimanale

PAGAMENTI

Modulo 1): Iscrizione + 1a rata - 110 euro (scadenza 1° novembre 2004)
2a rata - 180 euro (scadenza 1° dicembre 2004)
3a rata - 180 euro (scadenza 1°febbraio 2005)
4a rata - 180 euro (scadenza 1° aprile 2005)

Modulo 2): Iscrizione + 1a rata - 65 euro (scadenza 1° novembre 2004)
2a rata - 90 euro scadenza 1° dicembre 2004)
3a rata - 90 euro (scadenza 1° febbraio 2005)
4a rata - 90 euro (scadenza 1° aprile 2005)

Modalità di pagamento

Versamenti da effettuarsi su c/c n. 59888008;
intestato a LC GIULIO CESARE SERVIZIO CASSA, CORSO TRIESTE 48;
Causale: SCUOLA DI MUSICA (indicare il corso scelto)

Regolamento

Gli allievi sono tenuti ad avvertire il proprio insegnante qualora siano impossibilitati a frequentare una delle lezioni.
Gli eventuali spostamenti delle lezioni per cause dipendenti dall'insegnante saranno comunicate agli allievi con preavviso.
Le assenze degli allievi non verranno rimborsate, nè conteggiate per una riduzione della quota.
I docenti sono tenuti a recuperare le lezioni mancate a causa di proprie indisposizioni, mantenendo così inalterato il numero delle lezioni previste dal calendario comunicato all'inizio del ciclo didattico.
I corsi seguiranno il calendario scolastico.
Gli allievi sono tenuti a portare le ricevute di pagamento (o fotocopie di esse) al docente interessato entro i termini di scadenza di versamento della rata.
La scuola offre agli alunni iscritti alle classi di strumento un corso gratuito di solfeggio. Tale corso può essere seguito anche senza la frequenza ad una delle classi di strumento al costo equivalente sopraindicato nei moduli.
L'alunno è coperto dall'assicurazione scolastica nell'orario di lezione.
La frequenza ai corsi dà diritto all'acquisizione di crediti formativi.
Si considera parte integrante dell'attività didattica della scuola di musica la partecipazione al corso di canto corale, da ritenersi obbligatoria per gli alunni che intendono frequentare le lezioni di strumento e/o canto individuali.


Il corso di canto corale è gratuito per tutti gli allievi e si tiene tutti i lunedì dalle ore 14.30 alle ore 16.30 in Aula Magna


ISTITUTO COMPRENSIVO CAPENA
Laboratorio per la scuola elementare

I Laboratori per la scuola primaria sono divisi in due fasce:
la prima riservata alle prime due classi e la seconda alle altre tre.

I laboratori cominceranno a privilegiare le sinergie del gruppo accanto ad un'attenta cura ai problemi psicofisici dei bambini.
Il lavoro del biennio è dedicato soprattutto alla conoscenza della propria fisicità in evoluzione,delle proprie possibilità motorie e di coordinamento, della propria voce.
Interazioni con lo spazio e con i suoni, uso della memoria, concentrazione nell'ascoltare e imitare.
La visione di sé permette poi i primi lavori d'insieme: coreografia e sovrapposizioni ritmiche.

Le lezioni si svolgono con cadenza settimanale, con incontri di 1 ora da novembre alla fine di maggio. L'anno scolastico è ripartito in tre cicli, ognuno con finalità e obiettivi precisi e capaci di produrre ad ogni tappa una sintesi ed un risultato.
Alla fine dell'anno scolastico si produrrà un saggio in accordo con i docenti di classe. Il laboratorio è inoltre progressivo e conclude la sua finalità al termine di due anni scolastici.
E' condotto da due operatori che lavorano insieme nella stessa ora e nella stessa classe, che concordano con gli insegnanti il proprio operato e le eventuali collaborazioni.

materiale didattico:
riproduttori audio-video - computer se presente
strumentario didattico percussioni - pianoforte o tastiera
semplici strumenti melodici di tradizione classica o popolare
tappetini da palestra
fogli di compensato

Gli insegnanti interessati al riconoscimento dell'aggiornamento seguono un corso preparatorio di 30 ore, sostengono un esame teorico e partecipano allo svolgimento di un biennio.
____________________________

Il lavoro del successivo triennio ha come parole guida 'esecuzione' e 'composizione'.
Si avviano i bambini alla conoscenza di alcune tecniche di base di strumenti semplici quali i flauti dolci ed alcuni flauti di tradizione etnica africana - orientale e sudamericana, percussioni popolari quali tamburi a cornice, jambé, xilofoni e marimbe, strumenti a pizzico quali chitarra e arpa, tastiere.
L'approccio con il mondo musicale appare così ricco e capace di stimolare le più diverse abilità, l'evoluzione armonica delle conoscenze e la scoperta della propria fisicità. Lo sperimentarsi nelle tecniche elementari è poi occasione per evolvere la comprensione degli esercizi d'insieme. Si lavora sulla forma, sulla comprensione delle strutture e sull'organizzazione ritmica e timbrica. Il lavoro si integra con le conoscenze che i bambini acquisiscono man mano durante il loro percorso curriculare.
Fine ultimo sarà quello di guidare le conoscenze nella produzione autonoma di semplici forme musicali e del conseguente uso in progetti unitari da concordare con i docenti della classe e della scuola (rappresentazioni teatro- musicali, cdrom)

Si svolge con cadenza settimanale con incontri di 1 ora ciascuno da novembre alla fine di maggio. L'anno scolastico è ripartito in due cicli, ognuno con finalità e obiettivi precisi e capaci di produrre ad ogni tappa una sintesi ed un risultato.
Il laboratorio è inoltre progressivo e conclude la sua finalità al termine di tre anni scolastici.

E' condotto obbligatoriamente da 2 operatori, che ruotano individualmente sui diversi cicli nelle tre classi, che concordano con gli insegnanti il proprio operato e le eventuali collaborazioni.

materiale didattico:
riproduttori audio-video - computer se presente
strumentario didattico percussioni - pianoforte o tastiera
semplici strumenti melodici di tradizione classica o popolare
tre jambé
tre piccole arpe celtiche
chitarre
flauti dolci



Scuola Comunale Arteducazione
Comune di Castelnuovo di Porto



Liceo scientifico “G. PIAZZI” di Morlupo

Dall'ano scolastico 2005-2006 propone una sezione ad indirizzo artistico musicale

IL 10 GENNAIO 2005
SONO INZIATE LE LEZIONI
PRESSO IL
NUOVO LICEO SCIENTIFICO
"G. PIAZZI"
IN LOCALITA' ASSURA

Gli studenti, residenti a Morlupo, interessati
a raggiungere il nuovo plesso scolastico negli orari di
inizio e termine delle lezioni, possono scaricare qui gli orari
delle fermate di servizio di trasporto urbano appositamente istituite